Ubi Petrus, ibi Ecclesia: "Dove c'è Pietro, lì c'è la Chiesa" (Sant'Ambrogio, Explanatio Psalmi XL, 30, 5)

mercoledì 14 marzo 2018

BREVE LETTERA INEDITA DI PAPA FRANCESCO A MONS. LEGNAME

FRANCESCO 
TEOLOGO DEL POPOLO
UN RICORDO PERSONALE PER RENDERE OMAGGIO AL PAPA 
NEL QUINTO ANNIVERSARIO DELLA SUA ELEZIONE AL SOGLIO DI PIETRO


Il 20 luglio 2014, Papa Francesco mi scrisse un biglietto autografo per ringraziarmi del libro "Francesco il Traghettatore di Dio", che Gli avevo inviato. Questa è la prima volta che rendo pubblico il contenuto della breve lettera.

Lo scritto del Papa fa seguito alla telefonata che lo stesso Francesco mi aveva regalato, con mia grande sorpresa ed emozione, qualche giorno prima, chiamandomi al cellulare, dove appariva il numero sconosciuto. Nella Lettera il Pontefice mi scrive:

                                           Vaticano, 20 luglio 2014
P. Antonino Legname


Caro fratello:
            adesso per scritto voglio ringraziarti                 
il libro “Francesco il Traghettatore di Dio”. Lo
leggerò volentieri.
            Da noi si ha lavorato tanto sulla
"teologia del popolo“(niente da vedere con la
teologia della liberazione). I due teologi più
grandi sono Lucio Gera (un trevisano che
da bambino è migrato in Argentina), e Ra-
fael Tello. C'è un giovane teologo, Enrique C.
Bianchi*, che ha scritto un recente libro: “Pobres
en este mundo, ricos en la fe“: è molto buono.
            Ti auguro un buon lavoro fra la
gente, e che sia capace di cognoscere il nome
di ogni uno dei tuoi fedeli … anche il nome dei
loro cani**. Per favore, non dimenticare di pregare
per me. Che il Signore ti benedica e la Madonna
ti custodisca.
                        Fraternalmente,
                                                           Francesco


*  Il 10 maggio 2012, il Card. Jorge Mario Bergoglio s.j, presentò a Buenos Aires, presso la Facultad de Teología de la UCA, il libro di ENRIQUE C. BIANCHI, Pobres en este mundo, ricos en la fe. La fe de los pobres de América Latina según Rafael Tello, Ágape, Buenos Aires, 2012, pp. 266. Nei miei libri successivi ho fatto tesoro dei consigli bibliografici che Papa Francesco mi ha offerto per il mio lavoro di ricerca sulla "Teologia del Popolo". 

** Il Papa si riferisce ad un fatto a lui accaduto e che ho riportato nel mio libro: un parroco un giorno confidò a Bergoglio di conoscere non solo il nome di tutti i suoi parrocchiani ma anche quello dei loro cani. Quel sacerdote si aspettava che Francesco gli facesse un apprezzamento sulla bella memoria; invece, il Papa lo elogiò per lo zelo pastorale, perchè quel parroco conosceva così bene i suoi fedeli fino al punto di memorizzare anche il nome dei loro cani.