Ubi Petrus, ibi Ecclesia: "Dove c'è Pietro, lì c'è la Chiesa" (Sant'Ambrogio, Explanatio Psalmi XL, 30, 5)

sabato 1 luglio 2017

BREVE PROFILO DI MONS. LADARIA NUOVO PREFETTO DELLA CONGREGAZIONE PER LA DOTTRINA DELLA FEDE


ALL'EX SANT'UFFIZIO UN GESUITA MODERATO
Ladaria: «Non mi piacciono gli estremismi, né quelli progressisti, né quelli tradizionalisti, preferisco la via media»

Mons. Ladaria nuovo Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede

di Antonino Legname

Lo spagnolo Luis Francisco Ladaria Ferrer, originario di Manacor nell'isola di Maiorca nelle Baleari, è il nuovo Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede. Ladaria ha 73 anni e succede al cardinale Müller che il 2 luglio 2017 conclude il suo quinquennio come Prefetto dell'ex Sant'Uffizio. Il nuovo Prefetto proviene da una famiglia molto religiosa che da generazioni si è impiantata nelle Baleari, ma probabilmente - come lui stesso ha ipotizzato - i suoi antenati provenivano dal Regno di Napoli. Da giovane frequentò il Collegio dei Gesuiti a Palma di Maiorca; fece gli studi di Giurisprudenza a Madrid ma non era quello che desiderava fare nella sua vita. Voleva diventare sacerdote e, pertanto, entrò nella Compagnia di Gesù. Iniziò a frequentare l'antico Collegio di «Monte Sion», fondato nel 1561. Negli anni turbolenti del 1968, Ladaria emise i voti religiosi. A Francoforte in Germania studiò Teologia e a Roma fece la tesi di laurea su sant'Ilario di Poitiers con il patrologo Antonio Orbe. Il 29 luglio 1973 fu ordinato sacerdote. Ladaria a partire dal 1984 insegnò alla Pontificia Università Gregoriana  e fu decano della facoltà di Teologia dogmatica; per otto anni fu anche vice-rettore della Gregoriana. Quella esperienza gli diede un respiro internazionale avendo a che fare con studenti che provenivano da tanti Paesi, di diversa lingua e di differenti culture. Nel 1992 Ladaria divenne membro della Commissione Teologica Internazionale. Dove è possibile collocare il nuovo Prefetto? Né a destra, né a sinistra. A Ladaria non piacciono gli estremismi, né quelli progressisti, né quelli tradizionalisti; egli preferisce la via di mezzo. È un uomo moderato. In una vecchia intervista ebbe a dire: «la via media … mi sembra sia la via giusta da seguire anche se ognuno di noi ha le sue peculiarità, perché, grazie a Dio, non ci ripetiamo, non siamo cloni». Fu Benedetto XVI, il 9 luglio 2008, a nominare Ladaria Segretario della Congregazione per la Dottrina della Fede. Ruolo che egli ha svolto, fino ad oggi, senza protagonismi e dietro le quinte. Il 2 agosto 2016 Papa Francesco ha voluto che Ladaria presiedesse la Commissione di studio sul Diaconato delle donne. Compito principale della Commissione - come lui stesso ebbe a spiegare - è quello di studiare come stavano le cose nei primi tempi della Chiesa e di offrire al Papa degli elementi utili senza la fretta di arrivare ad una decisione in tempi brevi. In quanto Prefetto della Congregazione per la Dottrina della Fede, Ladaria diventa anche presidente della Pontificia Commissione "Ecclesia Dei", della Pontificia Commissione Biblica e della Commissione Teologica Internazionale.