Ubi Petrus, ibi Ecclesia: "Dove c'è Pietro, lì c'è la Chiesa" (Sant'Ambrogio, Explanatio Psalmi XL, 30, 5)

mercoledì 7 febbraio 2018

NO ALLE OMELIE LUNGHE E INCOMPRENSIBILI!

L'OMELIA NON E' UN SONNIFERO
Papa Francesco: «L'omelia non deve andare oltre i 10 minuti».


di Antonino Legname

«L’omelia non è un discorso di circostanza - neppure una catechesi come questa che sto facendo adesso -, né una conferenza neppure una lezione», ha detto Papa Francesco nella Catechesi del Mercoledì 7 febbraio 2018, nell'Aula Paolo VI. Una buona omelia riprende il dialogo aperto tra il Signore e il suo popolo. In modo particolare il Vangelo, che viene proclamato dal ministro ordinato - Vescovo, Sacerdote o Diacono - è circondato di particolare onore e venerazione. L'assemblea che partecipa alla Messa, riconosce nel Vangelo la presenza di Cristo, che continua ad annunciare la «buona notizia» che chiama a conversione. Come ci ricorda Papa Francesco - citando sant'Agostino - «la bocca di Cristo è il Vangelo». Il Pontefice si sofferma sull'omelia della Messa. Non si può negare che a volte l'omelia annoia perché «è lunga o non centrata o incomprensibile» - ha ammesso - altre volte è invece il pregiudizio a fare da ostacolo». A chi fa l'omelia, Papa Francesco consiglia la brevità e la chiarezza: «non deve andare oltre i 10 minuti». Al contrario, quando le omelie sono lunghe e poco preparate, i fedeli «si addormentano, altri chiacchierano o escono fuori a fumare una sigaretta». Il Vescovo di Roma, ribadisce: «per favore, che l'omelia sia breve e ben preparata», con la preghiera e con lo studio della Parola di Dio. Purtroppo, a volte capita che l'omelia sia il momento più sopportato dai fedeli. Francesco racconta di quel sacerdote che, andando a trovare i suoi genitori in un'altra città, ebbe questa confidenza dal padre: «Tu sai, sono contento, perché con i miei amici abbiamo trovato una chiesa dove si fa la Messa senza omelia!». Il Pontefice, a chi fa l'omelia, dice che «deve essere conscio che non sta facendo una cosa propria, sta predicando, dando voce a Gesù, sta predicando la Parola di Gesù».